Ghiande nelle tasche

In un piccolo spazio / pensieri mastodontici.

Il canto del cigno / soffoca nel frastuono.

Sostienimi la mano, / un ultimo ballo

sulla riva del fiume.

 

Due passi di lato

e uno indietro.

Spalma suoni dolci e melodiosi

sugli archi dell’oscurità.

 

Un giorno di diritto ed due di sghimbescio

cartacee espressioni plasmate su visi,

bambole di cera.

 

Non c’è tempo per affrettarsi

verso un altro fallimento.

Cadi dalle scale,

spezzati una gamba,

riprendi a divertirti.

2 pensieri su “Ghiande nelle tasche

  1. sei stato tra i primi che mi ha seguito quando ho cominciato la mia avventura su WP
    E per questo provo affetto per te.
    Posso permettermi di dirti che mi piacerebbe tu venissi anche in http://www.discutibili.com la nuova avventura che stiamo cercando di mettere in piedi?
    un salutone

    • Onorato per la dimostrazione d’affetto, tanto preziosa per un blog così marginale come questo. Altrettanto onorato per l’offerta, ci penserò.

I commenti sono chiusi.