No, non ora, non qui. Sì, proprio ora, proprio qui.

(Come in ogni blog che si rispetti

c’è sempre spazio per la prosa

purchè sia poetica.)

 

 

Forse c’era un tempo in cui bassi profili

radenti la vita

accendevano in me

un soffio chiaro d’aria mattutina

forse un sorriso d’altre vite

ha piegato mille spighe

in un immaginario campo di grano

scaldando il tramonto.

 

Mi ritrovo alto

a cantare un accordo impervio

figlio del tempo

partorito dall’infinito

in cui tornerò sorridendo.

 

Flebile

ma caldo

sottile

ma vero

Annunci