Portaminsieme

Portami con te

nel tuo mondo

portami con te

e io porto te

tra le porte del cuore

nella citta’ perduta,

l’infante addormito,

Babilonia,

Gerusalemme,

Golconda,

l’ombelico della Terra

e

poco oltre.

Inizia cosi’,

una mano sul cuore

l’altra sul petto,

una mano sul cielo

l’altra nel letto.

Un grazioso elefante

spisanta e flosce.

S’occhiude gli occhi

infine

crolla

d’immenso,

terso nella pace

che

fuori

annebbia le finestre.