come lupo

dopo aver pensato e ripensato e ritritato chilometri chilometrici decido che e’ ora di buttar giu’ qualcosa, buttarmi sul letto, buttar via gli occhi arrossati da vento, pollini vari e fiorellini. nel cuore di un’Italia verde vergine da vertigine scopriamo il silenzio e m’affascinano le facce della gente nei paesini che tagliamo come fette di burro col pane. gente franca, gente che sorride, bambini paffuti gioiosi, vallate verdi e forti duri di mattoni a vista. di tutto questo un po’, di ogni cosa un pezzettino, un cucchiaino e forse un Dino in piu’.

come lupo scendo dai monti, come lupo mi nascondo. come lupo dormo e mi risveglio.

questa fatica non e’ un peso.

Annunci