Sono un consumatore

Sono un consumatore.

Il mio Dio? Il denaro.

La mia chiesa? Il supermercato.

I prodotti, i miei peccati per cui chiedo l’assoluzione alle casse.

Le suore? Le cassiere.

I miei vangeli sono il reparto freschi, il banco dei formaggi, la pasta e la carne.

I miei vizi capitali, tutti nel banco frigo.

Grazie alla tessera del cliente la cassiera amministra su di me i sacramenti e ne gioisco.

La mia vita e’ fatta cosi’, un’apocalisse grigia.

Fino allo sconto finale.

Annunci