Ishiro Nori

Archive for febbraio 2011|Monthly archive page

La mia apocalisse dell’era moderna

In Uncategorized on febbraio 27, 2011 at 1:26 am

Beati i poveri di spirito

perche’ in quest’epoca trovano il loro ovile

beati i corti di memoria

perche’ nell’epoca della distorsione e della manipolazioni le loro menti saranno forgiate

ad immagine e somiglianza dell’Enorme.

 

Beati gli egocentrici, i ballerini, gli aspiranti partecipanti al Grande Fratello e le veline

che’ loro e’ quest’epoca brutta e arida.

 

Essi divideranno il cammino con i saltimbanchi, con i portaborse, i non-morti delle ere politiche precedenti

e con essi divideranno il pane e il formaggio come bravi fratelli.

 

Beati i menefreghisti, perche’ sara’ loro il telecomando dei cieli.

 

Quando il rivenditore Sisal, guardiano della Speranza del popolo suonera’ la Tromba del Giudizio

si apriranno i cieli e da essi scendera’ Belen sulle note del motivetto Tim del momento.

Essa sculettera’ verso la terra ed annuncera’ la selezione finale dell’X-Factor terrestre:

i giudici si riuniranno in gran consiglio per decidere a chi spetta il Paradiso (anche detto Jackpot) o

l’Inferno (anche detta Retrocessione).

 

Alla sinistra del Padre siedera’ Mediaset premium e alla sua destra Sky Full HD pacchetto completo.

 

Ed essi divideranno le genti, ed essi puniranno con le giornate di squalifica necessarie gli inadempienti

ai sacramenti e gli immigrati irregolari, essendo essi colpevoli di un reato capitale.

 

Ed essi premieranno i giusti con vacanze in isole caraibiche, casette offshore, sconti di pena, iscrizioni alla massoneria deviata, leggi ad personam e numero una salama da sugo.

 

 

Pasolini – Profezia

In Uncategorized on febbraio 26, 2011 at 11:05 pm

Alì dagli Occhi Azzurri uno dei tanti figli di figli,
scenderà da Algeri, su navi a vela e a remi. Saranno
con lui migliaia di uomini coi corpicini e gli occhi
di poveri cani dei padri sulle barche varate nei Regni della Fame.
Porteranno con sè i bambini,
e il pane e il formaggio, nelle carte gialle del Lunedì di Pasqua.
Porteranno le nonne e gli asini, sulle triremi rubate ai porti coloniali.
Sbarcheranno a Crotone o a Palmi,
a milioni, vestiti di stracci asiatici, e di camicie americane.
Subito i Calabresi diranno, come da malandrini a malandrini:
«Ecco i vecchi fratelli, coi figli e il pane e formaggio!»
Da Crotone o Palmi saliranno a Napoli, e da lì a Barcellona,
a Salonicco e a Marsiglia, nelle Città della Malavita.
Anime e angeli, topi e pidocchi, col germe della Storia Antica
voleranno davanti alle willaye.
Essi sempre umili
Essi sempre deboli
essi sempre timidi
essi sempre infimi
essi sempre colpevoli
essi sempre sudditi
essi sempre piccoli,
essi che non vollero mai sapere,
essi che ebbero occhi solo per implorare,
essi che vissero come assassini sotto terra,
essi che vissero come banditi in fondo al mare,
essi che vissero come pazzi in mezzo al cielo,
essi che si costruirono leggi fuori dalla legge,
essi che si adattarono a un mondo sotto il mondo
essi che credettero in un Dio servo di Dio,
essi che cantavano ai massacri dei re,
essi che ballavano alle guerre borghesi,
essi che pregavano alle lotte operaie…
deponendo l’onestà delle religioni contadine,
dimenticando l’onore della malavita,
tradendo il candore dei popoli barbari,
dietro ai loro Alì dagli Occhi Azzurri – usciranno da sotto la terra per uccidere –
usciranno dal fondo del mare per aggredire – scenderanno
dall’alto del cielo per derubare – e prima di giungere a Parigi
per insegnare la gioia di vivere,
prima di giungere a Londra
per insegnare a essere liberi,
prima di giungere a New York,
per insegnare come si è fratelli
– distruggeranno Roma
e sulle sue rovine
deporranno il germe della Storia Antica.
Poi col Papa e ogni sacramento
andranno su come zingari verso nord-ovest
con le bandiere rosse di Trotzky al vento…


Bowling for a porcupine

In Uncategorized on febbraio 26, 2011 at 9:34 am

L’Arte e’ folle, pazzesca, imprecisa e bambinesca perche’ la societa’ da sempre cerca di prenderci in giro, di darci in pasto bugie inverosimili che vengono prese per buone da molti.

E allora l’inconscio si ribella, sputa in faccia alle menzogne e per farlo usa lo strumento dell’assurdo, del gioco di spade pericoloso: l’arte osa e l’arte ti taglia la faccia per farti aprire gli occhi.

 

Scrivo per te

In Uncategorized on febbraio 25, 2011 at 2:53 pm

Scrivo per te

e le mie parole cadono nel vuoto

dei tuoi sospiri.

 

Poeto per te, invento

rime e frasi,

semino puntaggiatura e spazi;

e tu, tu non sorridi.

 

Incido il tuo nome sulle pareti

interne, sulla mie braccia e in cielo

ordino stelle e nuvole,

disegno cio’ che vorresti sentirti dire

all’orecchio, piano.

 

Scruto il dizionario, vacuo

amico e mi struggo

pensando a te:

se solo tu non fossi come sei,

analfabeta del cazzo.

 

 

 

Miss you.

In Uncategorized on febbraio 24, 2011 at 8:02 pm

Mi manchi cosi’ tanto che quasi mi dimentico che non ci siamo mai conosciuti.

 

Giornata della dignità delle bionde: trovato lo slogan

In Giochi di parole, Riflessioni, Società on febbraio 24, 2011 at 6:33 pm

Se non ora, quattro?


in the nuit

In Poesia, Riflessioni on febbraio 24, 2011 at 12:08 am

siamo figli di una notte stanca e malata, stanca e sconfitta, stanca e vittima.

siamo refuti di una notte sporca, piena di frottole e fanghiglia, di genti, di speranze e falsità.

siamo figli di una notte che non ci merita, siamo in cerca di una coperta calda, un sonno profondo, una ninna nanna d’amore.

l’Arte ci appaga ma non ci sazia.

la Libya me alivia

In Uncategorized on febbraio 23, 2011 at 2:11 pm

Per carita’, niente fondamentalismo islamico, non sia mai. Molto meglio un leader che bombarda il popolo in modo laico.

socialities

In Uncategorized on febbraio 23, 2011 at 12:02 am

Ti stimo parecchio: hai degli amici che io mi vergognerei di avere come nemici.

Sfortunato in amore…

In Uncategorized on febbraio 22, 2011 at 10:01 pm

fortunato al giogo.




Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 257 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: